Do you Know WannaCry? Nessuno È Al Sicuro

Ecco il peggior attacco informatico degli ultimi anni: WannaCry!

wannacry il virus che sta criptando i pc senza pieta

 

Non c’è fonte di informazione che non ne parli.

I Tg di tutto il mondo lo definiscono “Il più grande attacco informatico della storia” e ne han parlato anche Le Iene nel servizio del 24 maggio. Siamo in un vortice di attacchi hacker crypto – ransomware.

150 paesi colpiti. In Inghilterra il sistema informatico sanitario è andato in tilt, con visite mediche e il coordinamento delle ambulanze completamente in confusione.

Anche l’Italia ha subito l’attacco di 2 importanti università e molti tra aziende e privati che hanno buttato al vento anni di attività.

In poche parole, i sistemi di sicurezza di tutto il mondo sono stati messi KO.

Ecco alcune cose che forse non sai sulla sicurezza informatica.

 

Cosa Succede Al Pc Attaccato Dal Virus WannaCry?

Mentre svolgi il tuo lavoro navigando in rete, ti accorgi di non riuscire ad aprire i file del computer.

Tutti i documenti senza esclusione di foto, video, pdf, documenti in Word o Excel, non si aprono più.

In pratica i documenti del computer vengono criptati.

Il maledetto virus WannaCry invia una schermata in cui dice che i dati – sì, proprio i tuoi dati – sono stati criptati. Se vorrai riappropriartene, dovrai Pagare.

Ma cosa significa pagare?

Per dirla francamente, significa mettersi in mano ad organizzazioni criminali che chiedono un riscatto monetario in Bitcoins.

Infatti, secondo il consulente informatico forense Paolo Dal Checco, questo attacco è stato frutto di un lavoro ben strutturato riconducibile ad un’organizzazione criminale. Non può essere un lavoro di un singolo.

 

Come Funziona L’Attacco Ai Sistemi Informatici?

WannaCry è un Ransomware, ovvero un software che chiede un riscatto a fronte di un’azione dannosa che fa al tuo computer.

Colpisce soprattutto i PC in cui l’esecuzione Windows ha versione precedente al 2010. Questo virus non colpisce solo le grandi aziende ed enti, ma riguarda qualsiasi utente in navigazione su Internet.

Dunque, chiunque lavori in rete, corre il rischio di beccarsi il virus.

Il discorso è molto articolato, infatti questo ransomware sfrutta una falla presente in navigazione. La stessa falla usata dai servizi segreti americani, hackerati qualche settimana fa con il furto e la pubblicazione online di documenti top-secret.

WannaCry non sembra per niente casuale …

Pagare Con I Bitcoins Per Riscattare I Tuoi Documenti

La richiesta di un riscatto pagato in Bitcoins è legato alla non tracciabilità di questa moneta.

Il Bitcoin è una moneta virtuale con la quale puoi pagare in modo gratuito e decentrato.

Non ci sono regolamentazioni sull’utilizzo dei bitcoins, ragion per cui nessun governo lo traccia ed è impossibile capire chi sta dietro a quelle somme di denaro.

Ovviamente il valore del bitcoin è legato alla domanda del mercato. Maggiore è la richiesta e più alto sarà il prezzo. Oggi, a causa di WannaCry, il valore del bitcoin è arrivato al valore di circa 2.300 euro. Una cifra astronomica.

ecco come sale il valore bitcoins dopo l arrivo del virus wannacry


Più persone cadono nella trappola, maggiore è il valore del bitcoin e più ricche diventano queste organizzazioni criminali.

Pagare o non pagare è una questione etica su cui non entriamo in merito ( è come parlare di pizzo).

La questione scottante è

“Fidarsi o non fidarsi degli hacker?”

Sono molti a scegliere di non pagare per decifrare i dati in quanto spesso dopo aver pagato non si recupera comunque nulla.

 

Come Difendersi Da WannaCry?

Purtroppo non è facile proteggere il proprio computer dal virus che attacca tutti i file e li cripta.

Ecco alcuni consigli che danno gli esperti di sicurezza informatica

  1. Fare dei backup su dischi esterni e staccarli dal computer. Se fai il backup e lasci attaccato il dispositivo al PC, il ransomware è in grado di criptare anche lo stesso dispositivo.
  2. Fare sempre gli ultimi aggiornamenti del sistema operativo
  3. Istallare l’antivirus
  4. Usare siti specializzati per aprire allegati di dubbia provenienza

 

Nessun escluso dal rischio di attacchi. Ecco perché consigliamo di seguire questi consigli nell’uso del computer.

Se avete domande o volete condividere la vostra esperienza scriveteci o lasciate un commento.

A presto

 

 

Fonti: Le Iene puntata del 24/05/17 –  La Repubblica – Coindesk