Healthcare&Digital Trasformation: ecco le farmacie digitali

 

La trasformazione digitale è adesso! Il settore dell’Healthcare sta vivendo davvero molte innovazioni.

Dal 1° luglio 2015 , con la liberalizzazione della vendita dei farmaci da banco nelle farmacie online, si assiste ad un radicale cambiamento che trasforma il baluardo dell’offline (appunto la farmacia), in realtà online. La farmacia diventa un vero e proprio eCommerce.

Di conseguenza, ci si rende conto dell’importanza di avvicinarsi ai clienti anche online, migliorando così la comunicazione con l’audience.

In termini riassuntivi, il settore farmaceutico può essere visto come l’integrazione perfetta tra online ed offline. Infatti, sempre più utenti arrivano in farmacia con le idee chiare grazie alle informazioni reperite online.

Non c’entra l’età. La navigazione investe un po’ tutti i target e le età e di conseguenza, bisogna carpire i bisogni e le necessità degli utenti coinvolti.

 

Pazienti digital: la consapevolezza prima di entrare in farmacia

Gli utenti o meglio i pazienti, sono sempre più digital.

Durante il IV Forum Shackleton sono emersi alcuni dati interessanti. Più del  55% dei clienti che entrano in farmacia è “web connected”, ovvero ha grande  dimestichezza col web.

Si tratta di una tipologia di cliente che si documenta e cerca sul web informazioni su sintomi, terapie, farmaci, self-diagnosis ed entra in farmacia non solo per comprare, ma anche per avere un riscontro da parte del farmacista.

Il cliente web connected inoltre, privilegia la navigazione dallo smartphone e dal tablet, soprattutto per comparare i prezzi dei prodotti.

 

Quali metodi può usare la farmacia per attrarre gli utenti web connected?

Il settore farmaceutico, deve imparare a promuoversi anche sul web. Sono moltissime le farmacie presenti online e tutte riescono a trarne beneficio.

È fondamentale avere una strategia per promuovere il tuo Healthcare Marketing.

Punti da cui partire:

  • Scegliere i canali digitali
  • Analizzare i trend di mercato
  • Organizzare i piani editoriali

 

Secondo uno  studio dell’IMS Institute for Healthcare Informatics solo la metà dei maggiori produttori di farmaci del mondo usa i social media per interagire con l’audience.

I social più utilizzati sono Facebook, Twitter e YouTube.

Ciò esprime da un lato il timore diffuso da parte del settore farmaceutico ad interagire ed intervenire sui Social, ma dall’altro lato ci sono forti spinte affinché si crei maggiore vicinanza tra farmacie ed utenti/pazienti.

 

Come si comporta l’AIFA ?

L’AIFA Associazione Italiana del Farmaco, usa i social media per un’ampia diffusione di messaggi sulla salute e sull’utilizzo corretto dei farmaci.

L’obiettivo dell’AIFA è coinvolgere e sensibilizzare ed informare  i cittadini su argomenti relativi alla salute, rafforzando il proprio status di fonte primaria e autorevole di informazioni medico-scientifiche sul farmaco.

L’informazione viaggia su Facebook, Twitter e Youtube.

 

Di quali argomenti si parla sui Social Media?

Nel mondo, il settore farmaceutico si promuove su canali postando contenuti che riguardano soprattutto:

  • consapevolezza della malattia
  • news aziendali
  • meeting, eventi e congressi
  • ricerca sui farmaci

Se da un lato l’utilizzo dell’email marketing è  apprezzato  dall’altro notiamo che sui social molto si sta muovendo.

Nei prossimi anni il business farmaceutico online subirà una crescita esponenziale generando grandi numeri.

Ecco le 10 pharma più attive sui Social, secondo  il Daily Health Industry.

 

 

Osservando il profilo Twitter di Johnson&Johnson vediamo almeno post 4 tweet al giorno su argomenti di vario genere. È inoltre, presente in modo determinante su Linkedin con articoli, presentazione e tutta la community di dipendenti.

Se analizziamo invece, il profilo Twitter di una farmacia, sarà evidente che si punterà sull’engagement e sulla creazione di fiducia. Dunque, si potranno vedere le foto della farmacia e del suo staff, e ci saranno vari articoli con consigli per risolvere problematiche  generiche.

Nel caso di una pagina Facebook del mondo Pharma, un esempio calzante è Durex.

La pagina Facebook di Durex Italia, famosa marca di preservativi,  ha più di 11 mila fan ai quali si rivolge in modo amichevole seguendo la linea della salvaguardia del benessere.

Centra l’obiettivo con divertenti slogan per affrontare la tematica del sesso con  leggerezza e simpatia. I prodotti rappresentano  parte integrante della comunicazione.

In poche parole, se fino a ieri il settore farmaceutico e le relative farmacie  erano una realtà prettamente legata all’offline, oggi si assiste all’evoluzione del business verso l’online. È l’evoluzione che ci chiedono gli utenti/pazienti!

Leggi anche: Guida alla strategia di marketing per l’eCommerce farmaceutico