Mobile Marketing: i trend del 2016

Quali trend sono previsti per quest’anno?

 

Mobile-Marketing-Trends-bianco

 

Da tempo si parla di mettere il consumatore al centro del proprio business, ed è un aspetto del marketing che ci ossessiona sempre di più.

Vogliamo sapere sempre quanto più possibile sui comportamenti d’acquisto dei consumatori per migliorare l’usabilità e le conversioni sul nostro sito e quindi del nostro business.

Per sapere di più sul comportamento d’acquisto dei consumatori vi consiglio di approfondire l’argomento, sia pur brevemente, con questo articolo.

 

I Big Data

Anzitutto attenzione ai Big Data che sono diventati significativi o addirittura essenziali per imparare di più sui consumatori, per conoscere i loro bisogni e aspettative, e quindi gestire meglio il proprio business.

Infatti, come dicono i maggiori esperti statunitensi, non basta la creatività, ma questa deve essere guidata dai dati per essere performante.

A chi è interessato ad approfondire questo argomento suggerisco di leggere questo articolo sui Big Data e il Social CRM.

 

La visualizzazione dei risultati di ricerca

Beh, solo i Big Data saranno i trend del 2016?

Ovviamente no!

Per esempio ci saranno delle novità anche nella visualizzazione dei risultati di ricerca!

Google fa già visualizzare nei suoi risultati i video, ma ha solo da poco sperimentato i video ads.

Altri motori di ricerca, come quello di Facebook e Twitter, fanno già da tempo visualizzare questi video nei risultati in modalità autoplay. Google invece non ha ancora preso una decisione definitiva, perché aspetta di testare come risponde l’audience.

Non siate poi sorpresi nel vedere nei risultati di Google anche le app.

Certo, da tempo ci sono già le directory delle app e le “raccomandazioni” degli utenti, ma adesso che le app fanno parte dei risultati Google, le directory e gli store entreranno in una nuova era.

 

Il 2016: l’anno del mobile!

App, E-commerce e Social andranno a braccetto per tutto il 2016.

Ebbene sì. Abbiamo visto già, lo scorso anno, come mobile, e-commerce e social diventeranno d’obbligo per tutte le aziende che vogliono innovarsi. (Vedi le statistiche dello scorso anno)

Non solo, ma questi device saranno sempre più gestiti in modalità omnichannel. App e social outlets saranno sempre più integrati agli ecommerce.

 

Vendita via social?

Certamente sì. Alcuni social stanno iniziando ad inserire aspetti tipici dell’e-commerce, come ad esempio le CTA “Shop now di Instagram o “Buyable Pins” di Pinterest.

 

pinterest-buy-button

 

Le piattaforme più in voga stanno cercando il modo migliore per integrare web, social, app ed e-commerce.

Vi starete chiedendo…

Ma una volta non dicevano tutti che sui social non si vende?

Sì… questo è stato valido per diversi anni. Ma oggi non è più così… o meglio sta iniziando a non essere più vero.

Questo perché le persone hanno raggiunto, in tutto il mondo, una certa maturità nell’utilizzo di questi strumenti: sia dei social, che dell’e-commerce.

 

In Italia

Certo, in Italia c’è ancora una fetta della popolazione che non si fida dei pagamenti online e che crede che i social siano solo un modo per “perdere del tempo”.

Tuttavia in questi ultimi due/tre anni c’è stato un grande incremento dell’utilizzo di social ed e-commerce tramite mobile anche in Italia.

Infatti: chi non ha uno smartphone? Chi non ha un account su Facebook?

Oggi tutti usano gli smartphone per accedere ad Internet od ai social e, perché no, anche per andare sugli ecommerce. Pertanto, l’utilizzo di questi media è sempre più integrato in una modalità omnichannel.

 

Mobile: la colonna portante del business del futuro.

Le app che scaricheremo sul nostro smartphone saranno sempre più connesse tra loro e saranno sempre più parte integrante della nostra vita.

Oggi esistono app che ci dicono com’è il tempo prima di andare a correre, app per tracciare l’attività sportiva, le calorie del cibo che mangiamo, app che ci dicono che è ora di andare a prendere i bambini a scuola.

Sembra fantascienza? Non per i programmatori di applicazioni mobile.

Nel 2016 tutte queste app saranno sempre più connesse alla nostra vita.

Purtroppo ci sono ancora delle restrizioni sul numero delle app che si possono scaricare sul proprio smartphone. Però è molto facile disinstallarle in favore delle più nuove appena uscite.

Avremo app in grado di comunicare bene non solo quello che fanno, ma anche i valori che veicolano, perchè la scelta di un prodotto, alla fine, è questione di emozioni!

Come dicevo, il 2016 sarà l’anno indiscusso del mobile, non solo in termini di smartphone e tablet, ma anche di wereable technology e mobile automation, come Echo, Cortana, Siri.

Ma questo aspetto, lo vedremo un’altra volta.